La Casetta fra i Limoni
  

Turismo

La Costiera Amalfitana, è il tratto di costa campana più famoso in tutto il mondo per l'unicità delle bellezze naturali del suo territorio, sede di importanti insediamenti caratteristici meta irrinunciabile per i moti turistici.
L'area prende il nome dalla città di Amalfi, nucleo centrale della Costiera non solo geograficamente, ma anche storicamente. La Costiera è nota per la sua eterogeneità: ognuno dei suoi paesi ha il proprio carattere e le proprie tradizioni capaci di regalare emozioni indimenticabili grazie ai tanti percorsi interessanti per passeggiate e tour gastronomici.
Alcuni percorsi passano a ridosso de La Casetta fra i Limoni, a pochi passi dalla quale si trova la fermata della linea di autobus SITA, i cui ottimi collegamenti rendono facilmente raggiungibili lughi meravigliosi quali Praiano, Positano, Ravello, Amalfi, Paestum, Agerola, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Napoli, Salerno e tante altre località.

Fra i monumenti più interessanti da visitare presenti nella Costiera Amalfitana i più noti, che qui segnaliamo, sono: il Duomo di Amalfi ed il suo chiostro (Chiostro Paradiso), la chiesa di Santa Maria Assunta a Positano, le chiese di San Salvatore del Birecto e di Santa Maria Maddalena ad Atrani, Villa Cimbrone e Villa Rufolo a Ravello, le chiese di San Luca e San Gennaro a Praiano e di San Pancrazio a Conca dei Marini con i relativi belvedere, la chiesa di Santa Trofimena e la Villa Romana a Minori, la Collegiata di Santa Maria a Mare e il Castello di San Nicola de Thoro Plano a Maiori.

Dalle più note località della Costiera Amalfitana si possono effettuare delle meravigliose escursioni di natura sia archeologica che naturalistica. Gli itinerari che vivamente consigliamo sono riassunte di seguito per fornire una pratica guida ai nostri ospiti.

Da visitare ad Amalfi:
Cattedrale di Sant'Andrea (Duomo di Amalfi) (IX secolo): fin dal 1304, in occasione di alcune festività religiose, nella cripta ha luogo dil miracolo della manna, che consiste nella secrezione di un liquido oleoso sulle superfici della tomba di S. Andrea.
Chiostro Paradiso: situato accanto alla Cattedrale, fu costruito nel 1268. Il complesso architettonico è uno dei principali esempi del romanico amalfitano.
Basilica del Crocifisso (IX Secolo).
Arsenali della Repubblica (IX secolo): di questo importante edificio medievale restano oggi soltanto due ampie corsie, coperte da eleganti volte a crociera.
Museo Civico: è qui conservato, in un grande scrigno di legno, la Tabula de Amalpha, che fa parte integrante del Codice Foscariniano ritrovato a Vienna e trasportato ad Amalfi nel 1929.
Museo della Civiltà Contadina: contiene una raccolta di macchine rudimentali ed utensili vari appartenuti al mondo agricolo costiero negli ultimi 400 anni.
Escursioni subaquee: ad Amalfi, dopo sei secoli di silenzio, sono state scoperte strutture di porti, moli, banchine, cantieri navali. A partire dalla Marina Grande, s’incontra, già dai 3 metri di profondità, una vasta area circolare e piatta. L’area in questione doveva costituire nel Medioevo un cantiere all’aperto, dove si costruivano le navi mercantili e nel quale esse si tiravano anche a secco. Al confine meridionale di quest'area, sui 6 metri di profondità parallelamente alla linea di costa troviamo due linee murarie, in mezzo alle quali passa un condotto sabbioso. Da esse si dipartono due prominenze in muratura, alte dal fondo marino di circa 1,5 metri e lunghe più di 20, che avanzano verso meridione e perpendicolarmente alla linea di costa. Una di queste, come pure la muraglia precedente, presenta una bitta in fabbrica, che serviva certamente per l’ancoraggio delle navi. Inoltre, la più orientale delle due prominenze mostra una struttura più elevata, dalla forma rettangolare. L’intero complesso sembra rappresentare il più antico attracco della città, con banchine realizzate parte sulla terraferma e parte in acqua, come sembrano, d’altronde, confermare i reperti ceramici ritrovati nelle malte ed attribuibili con ogni probabilità a prima del XII secolo.
Per ulteriori informazioni visitare il sito www.comune.amalfi.sa.it.

Il Sentiero degli Dei

La visita alla Costiera Amalfitana non può considerarsi completa se non si programma una escursione sul Sentiero degli Dei. Il tragitto prevede una partenza da Agerola e più precisamente dalla frazione Bomerano oppure da Praiano per raggiungere la frazione di Nocelle del comune di Positano (440 metri sul livello del mare). Partire dalla frazione di Bomerano del comune di Agerola (635 metri sul livello del mare) permette di percorrere il sentiero quasi sempre in discesa con una evidente maggiore comodità, mentre partire dal comune di Praiano (sul livello del mare) costringe l'escursionista a raggiungere prima il colle serra (579 metri sul livello del mare).
Il Paesaggio è sempre di indescrivibile bellezza, il mare è un inseparabile compagno di viaggio e spesso lo si può osservare da strapiombi vivamente sconsigliati a chi soffre di vertigini. Spettacolare è la vista della Penisola Sorrentina e dell'isola di Capri.
La vegetazione nel primo tratto del sentiero è costituita da erba e pochi arbusti e spesso si vedono pascolare pecore e capre, nel secondo tratto la macchia diventa più fitta con lecci e corbezzoli.
Una volta superato il caratteristico Vallone Grarelle si raggiunge l'abitato di Nocelle (440 metri sul livello del mare), una poco conosciuta e caratteristica frazione di Positano fino a pochissimo tempo fa isolata e raggiungibile solo grazie ad una impervia scalinata. A questo l'escursionista può scegliere se scendere i circa 1500 scalini che separano Nocelle dalla Statale Amalfitana e godersi un bagno rigeneratore sulle spiagge di Positano oppure, se le forse lo consentono, allungarsi fino a Monte Pertuso (352 metri sul livello del mare), che deve il nome ad un buco (pertuso in dialetto locale) nella parete rocciosa della sua sommità dovuto al fenomeno naturale dell'erosione capace di offrire agli esseri umani inconsuete sculture di pietra.
Il percorso è di lieve difficoltà. La sua lunghezza è poco meno di 8Km. Il tempo necessario per percorrerlo è di circa 2,30 - 3 ore.

La Valle delle Ferriere

In tutto il mondo Amalfi è conosciuta per il suo glorioso passato e per il suo mare. In pochi però conoscono o hanno visitato un gioiello di grande suggestione: la riserva naturale "Valle delle Ferriere". I botanici conoscono questa riserva per la presenza di una pianta rara in Europa, la "Woodwardia Radicans", un cosiddetto fossile vivente comparso sulla terra nel terziario. Oltre a questo inportante esempio di pianta del periodo pre-glaciale, la riserva naturale è l'habitat di diverse specie di Orchidee e della piccola pianta carnivora "Pinguicola hirtiflora" il cui pasto è composto da piccoli insetti.
La valle è popolata anche da piccoli animali tra cui va segnalata la presenza della "Salamandrina dagli occhiali".
La valle è raggiungibile percorrendo un meraviglioso sentiero che costeggia il Rio Canneto. Il percorso è agevole e poco faticoso e si snoda attraverso bellissimi boschi, sorgenti, piccole cascate e diverse rapide del Rio Canneto, un tempo utilizzato come forza motrice per le antiche cartiere, i cui ruderi sono ancora visibili e visitabili, dove un tempo si produceva la famosa carta di Amalfi ancora oggi molto richiesta.
A metà percorso si incontra l'antica Ferriera, da cui prende il nome la valle, che riforniva di ferro l'antica Repubblica Marinara di Amalfi. La facilità del sentiero non richiede particolari attrezzature o dotazioni, sono consigliabili i pantaloni lunghi ed un paio di scarpe comode adatte alle passeggiate in montagna. Attenti a non dimenticare la macchina fotografica, sarebbe un errore di cui avrete modo di pentirvi.

Il Santuario dell'Avvocata
E' il classico itinerario che unisce il sacro con il profano, ovvero i panorami mozzafiato sul Golfo di Salerno e sulla Costiera Amalfitana e la ricerca del divino fortemente favorita dalla lunga ascesa a piedi verso il Santuario Mariano e gli ampi spazi aperti a picco sul mare che naturalmente spingono il visitatore verso la contemplazione dell'Infinito. Il Santuario dell'Avvocata eretto sul monte Falerzio a picco su una parete rocciosa, può essere raggiunto utilizzando o una mulattiera che parte dalla Badia di Cava, il cammino è più lungo ma meno impegnativo, o la lunga scalinata che parte da Maiori.
Ogni lunedì dopo Pentecoste il Santuario viene raggiunto dai pellegrini di Cava dei Tirreni e Maiori che in questo modo rinnovano la loro devozione alla Madonna dell'Avvocata.

Escursioni a Pompei ed Ercolano:
Pompei è uno dei siti archeologici di maggior fascino ed importanza al mondo. A causa dell’eruzione del 79 A.C. che ha completamente seppellito questa antica città romana, sommersa da una montagna di lapilli e cenere, (insieme alle città di Ercolano, Oplontis e Stabiae), oggi è possibile scoprire fin nei dettagli, grazie agli antichi scavi, lo stile di vita di una ricca città di oltre 2000 anni fa. Visitare Pompei rappresenta un tuffo nel passato di grande presa emotiva e ricco di stimoli culturali.
Da non trascurare anche la visita alla città di Ercolano per avere una visione completa del mondo romano.
Distanze in auto Amalfi-Pompei percorribili in auto o autobus SITA (www.sitabus.it): 35.9 km.
Per ulteriori informazioni visitare il sito www.pompei.it.

Escursioni a Paestum:
Paestum fu uno dei centri principali della Magna Grecia. Resa famosa dai suoi 3 maestosi templi costruito sul modello dei templi che i coloni greci avevano lasciato in madrepatria.
Il tempio di Poseidone è considerato il massimo esempio di architettura dorica con i suoi splendidi frontoni triangolari e i resti di due altari.
Il tempio chiamato “Basilica” è ritenuto quello più antico, si pensa fosse dedicato ad Hera e conserva intatte 50 colonne doriche originarie, il pozzo sacro e l'altare sacrificale.
Il Tempio di Cerere, con 34 colonne scanalate.
Il Museo Archeologico Nazionale, sito a poca distanza dagli scavi dell’antica città raccoglie reperti che vanno dal VII secolo a.C. al VII secolo D.C. Sculture, bassorilievi, utensili e quant’altro gli scavi disseppeliscono trova posto in questa struttura il cui pezzo forte sono le lastre dipinte della Tomba del Tuffatore.
A breve distanza dagli scavi, nei pressi della città, alla foce del fiume Sele, si possono ammirare i resti del Santuario di Era (Heraion), uno dei più importanti santuari greci su suolo italico. L'area sacra comprendeva, oltre a vari edifici secondari, un tempio maggiore e un edificio più piccolo, il cosiddetto Tesoro.
Da abbinare alla visita agli scavi, un bagno nelle acque cristalline della baia di Trentova ed una visita al caratteristico centro storico di Agropoli.
Per maggiori informazioni www.pestum.it.
Distanze in auto Amalfi-Paestum percorribili in auto o autobus SITA (www.sitabus.it): 64.1 km.
Alternativa è la via del mare, sicuramente più fascinosa per il turista grazie al servizio traghetti Il Metrò del Mare (www.metrodelmare.com).

Gli Eventi:
In Costiera Amalfitana ogni giorno si festeggia qualcosa: feste, sagre, eventi vari. Di seguito solo alcune delle festività più famose, in zona:

1 Gennaio: Capodanno.
Festose sfilate, fiaccolate e spettacoli pirotecnici salutano nelle strade della costiera l'arrivo dell'anno nuovo.

6 Gennaio: Epifania.
Messa solenne in Cattedrale; sfilata dei pastorelli al seguito di Maria e Giuseppe ed i Re Magi a cavallo; in serata, calata della stella cometa dalla Torre Tabor a Piazza Duomo.

Carnevale.
In tutta la Costiera l'ultimo giorno di festa prima della Quaresima viene salutato da sfilate di carri allegorici, mascherine e rappresentazioni teatrali aventi come tema il Martedi Grasso.

Settimana di Pasqua.
Giovedi Santo: via Crucis con partenza da Atrani ed arrivo in Cattedrale ad Amalfi. Venerdi Santo: teoria dei candidi "battenti" che tra il silenzio generale precedono il Cristo morto e la statua dell'Addolorata, seguita dai fedeli.

16 Marzo - La festa della zeppola
La festa della zeppola si svolge presso il sagrato della Chiesa di San Bartolomeo in Giovi a Salerno che si affaccia sullo splendido panorama del golfo di della città. E' una festa interamente dedicata ad una antica tradizione giovese sulla preparazione delle zeppole.

16 Marzo - Moda Mare a Positano
Positano da anni ospita l'evento "ModaMare a Positano", una sfilata di moda primavera/estate dell'anno in corso. In particolare la sfilata si svolge sulla scalinata che porta alla spiaggia.

28 Marzo - Gusta Minori
A Minori, un paesino della Costiera Amalfitana nella prima meta di settembre il paese rivive, per un'intera settimana, le sue tradizioni e recupera i vecchi sapori in una manifestazione ricca di eventi.

28 Marzo - Mulini e la cartiera al Fiordo di Furore
Percorrendo l’affascinante sentiero dei Pipistrelli Impazziti, troviamo il Fiordo di Furore: una profonda spaccatura della costa fra Conca dei Marini e Praiano. Vi si accede, fra sensazioni uniche, in barca dal mare.

27 Giugno: Commemorazione del miracolo di S. Andrea Apostolo.
Gli amalfitani replicano la ricorrenza canonica del Santo patrono, in ricordo del 27 giugno 1544, quando, la citta di Amalfi, minacciata da un attacco del terribile corsaro turco Ariadeno Barbarossa, fu salvata da una provvidenziale tempesta che gli Amalfitani attribuiscono al loro Santo protettore. Dopo la processione, particolarmente spettacolare la corsa del Santo lungo la scalinata del Duomo ed i fuochi pirotecnici.

Giugno-Luglio. Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare (ad Amalfi ogni 4 anni).
Suggestivo corteo storico in abiti d'epoca, con partenza da Atrani ed arrivo ad Amalfi. Gara tra le quattro imbarcazioni condotte da equipaggi di 8 rematori piu il timoniere.

31 Agosto. Capodanno Bizantino.
Sfilate in maschera e proclamazione del Gran Duca di Amalfi.

30 Novembre. S. Andrea.
Ricorrenza del Santo Patrono con la riconferma del miracolo della "manna", il liquido oleoso che si raccoglie dal sepolcro dell'Apostolo Andrea, collocato nella cripta della Cattedrale, per essere distribuito ai fedeli.

Natale.
Messa solenne in Cattedrale e calata della stella dal Monte Tabor alla piazza Duomo.

TripAdvisor

 


Tutti i diritti riservati - All Rights Reserved - Alle Rechte vorbehalten - Tous droits réservés - Todos los Derechos Reservados - Todos os Direitos Reservados
P.IVA 05440271210